Cattura

Con l’arrivo di Paolo Sella in azienda nel 1984, la Lino Sella World ha iniziato un grande processo di internazionalizzazione;

Oggi l’export rappresenta il 90% del fatturato dell’azienda.

Un punto forte della strategia adottata è stato quello di capire sin da subito l’importanza del mercato Africano, in particolare dell’Africa Subsahariana e di creare una fitta rete di agenti e rivenditori in loco.

Nonostante siano passati molti anni, l’economia africana è ancora in crescita, come scrive Lorenzo Tavazzi, Associate Partner e Responsabile dell'Area Scenari e Intelligence di ‘The European House – Ambrosetti’, nel suo articolo ‘La nuova grande opportunità è l’Africa Subsahariana’:

Tavazzi scrive:“Stati africani hanno segnato risultati di sviluppo con una velocità ed una portata visti poche altre volte nella storia. Oggi, 6 delle 10 economie a maggiore crescita nel mondo sono in quest’area (Angola, Nigeria, Etiopia, Ciad, Mozambico e Ruanda) e la Banca Mondiale prevede che tra il 2020 e il 2030 la sua classe media raddoppierà, superando quella indiana.

Si tratta dunque di un intero continente in “movimento” di quasi 1 miliardo di persone che richiederà cibo (la FAO stima che la domanda alimentare dell’area crescerà del 3% all’anno), prodotti e beni di consumo (con standard qualitativi superiori agli attuali), servizi, abitazioni (al 2020 oltre il 50% della popolazione – quasi 700 milioni – vivrà nelle città), ecc.

Per rispondere alla nuova domanda, tutti i principali Paesi sub-sahariani stanno promuovendo investimenti ad ampio raggio: infrastrutture, energia, edilizia, reti di comunicazione, sistemi idrici. Secondo la Banca Africana di Sviluppo il divario da colmare vale 200 trilioni di Dollari all’anno”.

Il Sig. Paolo Sella lo aveva capito già più di 30 anni fa e grazie alla sua politica di investimenti oggi in molti stati africani per chiedere o parlare della betoniera, chiedono una Lino Sella.